Che vuol dire il simbolino 750?

By | 21 Novembre 2018

Un numero sempre crescente di persone ci chiede che cosa significa quel numero inscritto in un esagono. Quella è la punzonatura. Contrariamente a quello che si pensa, l’oro non è tutto uguale. Nello specifico, le montature dei gioielli in italia devono essere 750 millesimi. Questo significa che esistono delle leggi che stabiliscono le varie proporzioni e quantità di oro che devono essere presenti all’interno della lega che compone le montature.

E’ doveroso comunque fare una precisazione. Poiché per quanto riguarda i gioielli, per motivi di lavorazione, i gioielli, sono sempre stati costituiti da una lega. Sicuramente, la maggior parte di Voi avrà sentito parlare dell’oro 18k.

Molti gioielli antecedenti agli anni 70 infatti hanno incisa la sigla 18k. Che cosa vuol dire? 18k si legge 18 carati. Significa che se si divide ipoteticamente un metallo in 24 parti, 18 di queste sono d’oro puro. Si tratta quindi di un rapporto.

Ma questo cosa c’entra con il rapporto 750 millesimi?

Provate con una calcolatrice a dividere 24/18 e provate a dividere 1000/750. Noterete che avrete lo stesso numero. Questo significa che 18k e 750 millesimi esprimono lo stesso rapporto.

Ma allora perché non si usa direttamente sol 18k?

Esiste un decreto legislativo del 22 maggio 1999, n. 251 che stabilisce, fra le altre cose, i titoli legali. Infatti mentre il 18k è una caratura, 750 millesimi è il titolo dell’oggetto. Un’altra legge inoltre stabilisce che in Italia possono essere prodotti gioielli con titolo 750 millesimi. Titoli inferiori caratterizzano le leghe industriali e titoli superiori caratterizzano l’oro da investimento.

Sebbene non ci sia nota la motivazione che abbia spinto il legislatore a definire in titoli l’oro, riteniamo che sia ragionevole presumere che sia nata la necessità di una disambiguazione.

Non bisogna infatti dimenticare per esempio che per le pietre si usa un altro tipo di carato (ct). Un carato equivale a 0,20 grammi. E’ possibile quindi che per evitare di fare confusione fra le due cose sia stato introdotto questo sistema.

Potrebbe anche essere perché nei mercati l’oro da investimento ha titolo 999/1000.

Comunque sia, è bene ricordare che per legge ci devono essere due punzonature, la prima che identifica il produttore e la seconda che identifica il titolo del gioiello.

Naturalmente, 750 millesimi è solo il titolo di riferimento infatti non è raro constatare che spesso la lega dei vari gioielli varia mediamente da 730 a 748. E’ raro infatti trovare dei gioielli che abbiano un titolo effettivo preciso 750 millesimi. A livello di produzione infatti sarebbe impossibile.

Normalmente comunque la gioielleria di marca e qualità produce gioielli con titoli quanto più vicini possibile a 750 millesimi.

Rispondi